Notizie e articoli
Chiesa di san Martino
Restaurata la facciata
L'impegno della diocesi per il patrimonio artistico
di Ufficio per la comunicazioni sociali
gio 13 luglio 2017

E’ stata restituita alla città anche la facciata della bella chiesa di san Martino il cui restauro si era reso necessario e urgente.

Tra il 1680 e il 1694 la chiesa fu completamente ricostruita su progetto dell’architetto fiammingo
Francesco Geffels (Anversa 1625 – Mantova 1694) su commissione del priore don Francesco Simbeni.  La facciata di San Martino, rispetto alle altre opere architettoniche realizzate da Geffels è classica e scandita da quattro paraste, ad un unico ordine gigante, con alto basamento di gusto manieristico e capitelli compositi. Sopra lo sporgente cornicione vi è un piccolo frontone a lunetta che in origine conteneva un cartiglio in stucco con decori mistilinei similare a quello sopra il portone di ingresso. Nel 1839 viene occupata per sei mesi dalle armate austriache per uso caserma e quindi chiusa al culto. In occasione della riapertura vengono realizzati alcuni interventi di restauro e coloritura della facciata principale e laterale.

Nel 1925 risulta ancora chiusa poiché inagibile dopo l’occupazione militare, e necessita di numerosi interventi di restauro del pavimento, dell’intonaco e di colonne e spigoli, per non parlare di cornici, cornicioni e della facciata esterna.
Nel 1959 un’ingiunzione del Comune di Mantova impone un intervento urgente per motivi di
sicurezza e incolumità pubblica sulla facciata principale, in particolare sugli intonaci di facciata, sui
canali di gronda e coperti del tetto in grave stato di abbandono, ai quali il parroco provvede.

Per quanto riguarda gli interventi sono state eseguite le seguenti lavorazioni:
Rimozione di molti intonaci distaccati e cementizi;
Consolidamento di tutti gli stucchi (cornici, capitelli compositi, decorazioni);
Pulitura da depositi e incrostazioni nere con pennelli e impacchi temporizzati;
Stuccature, sigillature di lesioni; Consolidamento e pulitura pigne sommitali la facciata in pietra calcarea; Restauro delle statue con rimozione di depositi e incrostazioni nere, consolidamento di parti decoese, stuccature di lesioni, riposizionamento di porzioni distaccate e risarcimento senza ricostruzione di lacune. Stesura di fondo e finitura a neutro con lasciate in evidenza le porzioni di intonaco e finiture originarie.
La spesa sostenuta è di circa 140.000 euro sostenuti dalla Parrocchia, da Fondazione Cariplo e dai fondi CEI 8x1000 – beni culturali.
Il progetto è stato seguito dell’ufficio beni culturali della Diocesi sotto l’alta sorveglianza della Soprintendenza per le Belle Arti e Paesaggio.
Le imprese coinvolte sono state l’impresa Brunoni Costruzioni, Billoni e Negri restauro e Pontek, mentre il rilievo è stato realizzato dal Politenico.

Diocesi di Mantova Diocesi di Mantova
ELEMENTI CORRELATI

DIOCESI DI MANTOVA       Piazza Sordello 15 - 46100 Mantova - Tel 0376/319511 - Fax 0376/224740 - info@diocesidimantova.it - diocesidimantova@pec.it
Diocesi di Mantova